Search
Search
Address bookAddress book
Italian English
Linee di Ricerca
Gruppi di Ricerca
Laboratori di Ricerca
Dottorati di Ricerca

Dottorati di Ricerca

I laureati in Chimica possono accedere a 4 Corsi di Dottorato interdipartimentali
  • Dottorato in Scienze e Tecnologie Fisiche, Chimiche e dei Materiali

Il Dottorato in Scienze e Tecnologie Fisiche, Chimiche e dei Materiali è il terzo ciclo di formazione al quale possono accedere sia studenti con una formazione specifica nelle scienze di base quali Fisica, Chimica e Matematica sia studenti con una diversa formazione scientifica, quale per esempio Ingegneria, Scienze della Vita, Geofisica, Chimica e Tecnologie Farmaceutiche. Ambito del Dottorato è quello delle Scienze Fisiche, Chimiche e dei Materiali, con l’obiettivo della creazione di una filiera di eccellenza, dalla ricerca di base al trasferimento tecnologico e alle applicazioni. 

Il Corso di Dottorato è finalizzato alla formazione di ricercatori dotati di ampia cultura generale ed elevata qualificazione professionale in diversi settori scientifici. Il Dottorato è strutturato in due curricula: il primo, di Area Fisica, Scienze e Tecnologie Fisiche, combina gli elementi tradizionali di un programma di Dottorato in Scienze Fisiche con aspetti che supportano il know-how di attività ad avanzato contenuto tecnologico; il secondo, Materiali avanzati: chimica e tecnologie, si propone di favorire un’alta formazione di carattere interdisciplinare, assicurata da una componente accademica di area fisica e una di area chimica, finalizzata a studiare e sviluppare materiali avanzati. 

Gli studenti avranno l'opportunità di unirsi a un ambiente scientificamente ricco e stimolante, caratterizzato da collaborazioni nazionali e internazionali, partecipando a progetti di ricerca avanzata sotto la supervisione di ricercatori esperti. Possono fare domanda studenti in possesso di una Laurea Magistrale o a Ciclo Unico o equivalente in scienze fondamentali, quali Fisica, Chimica e Matematica, e studenti con una formazione scientifica differente, per esempio Ingegneria, Scienze della Vita, Beni culturali, Geofisica, Chimica e Tecnologie Farmaceutiche (CTF), ecc. Per posti su progetti specifici possono essere richiesti requisiti aggiuntivi - una qualifica di laurea con un focus specifico, per esempio; è pertanto necessario leggere attentamente il bando. È richiesto un buon livello di conoscenza della lingua inglese (equivalente al B2).

Per maggiori informazioni clicca qui.

  • Ph.D. in Translational Medicine

The Ph.D. Program in “Translational Medicine” is an innovative international,  interdepartmental and interdisciplinary program aiming to provide a state-of-the-art didactic and research training to pursue an academic and clinical career with the ultimate goal of translating the basic biomedical research into clinical strategies.

Specific Program Objectives include: provide in-depth mentoring to assure productive research training; provide research opportunities which enhance creative and global thinking in the design of research projects through a molecular genetic approach; teach fundamental theory and knowledge in the subject areas essential to clinical research; provide a critical environment fostering inquiry, integrity, teaching and communication skills, high productivity, and working in a multi-disciplinary environment.

Particular emphasis is placed on translational and interdisciplinary applications consistent with the development of experimental protocols in vivo and in vitro and animal models. These are engineered to provide adequate validation of new pathological markers of targeted therapeutical strategies in a broad spectrum of chronic degenerative diseases, in the area of oncology, neuroscience, and cardiovascular diseases.

The experimental models enable the design of preclinical and clinical studies on biomarkers of early-stage, drugs, and biomolecular systems able to promote a prompt and accurate diagnosis. In this context, the programming on technology advanced basis (self-factory, computational chemistry of new molecules) can be used as diagnostic and therapeutical clinical tools.

The Ph.D. program in “Translational Medicine”, which is planned throughout the 3-year, includes the following curricula: Molecular basis of diseases and pharmacological approaches for translational medicine; The design of innovative molecules for both diagnostic and clinical use.

More infohere.

  • Dottorato di Ricerca in Life Science and Technology

Il Dottorato di Ricerca in Life Science and Technology, che nel 2019 ha ricordato i 30 anni di attività del suo nucleo fondativo, prende le mosse dalle esperienze ormai decennali di altri paesi europei che, per loro tradizione, sin dagli anni novanta, hanno ritenuto strategico dotarsi di strumenti di alta formazione che coprissero, in forma ampia, le Scienze e le Tecnologie che fanno riferimento alla vita.

Il percorso scientifico-formativo, integrando le conoscenze e la fenomenologia dei sistemi biologici con gli strumenti metodologici computazionali per l’analisi avanzata di dati e la generazione di diverse forme di nuova conoscenza da eterogenee strutture di dati a larga scala, offre agli studenti del Dottorato l’opportunità di comprendere e utilizzare il linguaggio di chi produce dati e cerca di comprenderne i modelli interpretativi sottostanti, e il linguaggio di chi analizza dati, con la ricerca di innovative metodologie di analisi ad alte prestazioni. La forte interdisciplinarità, punto di forza del Dottorato in Life Science and Technology, consente di formare dottori di ricerca con approfondite conoscenze di base, applicative e tecnologiche legate trasversalmente a tutti i principali ambiti delle Scienze e delle Tecnologie della Vita. Accanto all’interdisciplinarità, Life Science and Technology è caratterizzato da una vocazione internazionale. Life Science and Technology possiede anche una caratterizzazioneintersettoriale e industriale

I Dottori di Ricerca in Life Science and Technology sono professionisti che possano trovare sbocchi nei differenti settori della produzione di beni e servizi e del trasferimento tecnologico in enti di ricerca pubblici e privati, in industrie biotecnologiche, nel settore agroalimentare, farmacologico, ambientale e sanitario, in enti pubblici preposti alla gestione delle risorse naturali ed in enti pubblici e privati preposti al monitoraggio, risanamento e sicurezza ambientale. In questo quadro, la multidisciplinarietà del Collegio e le collaborazioni scientifiche che i docenti hanno già in essere, insieme a quelle che il Dottorato sarà capace di promuovere, rappresentano un significativo punto di partenza per la valorizzazione del Titolo di Dottore di Ricerca come Terzo Livello della Formazione Universitaria e strumento di qualificazione determinante nell'affermazione di figure professionali di eccellenza anche in ambito industriale. 

Per maggiori dettagli clicca qui.

  • Dottorato in Scienze ed Ingegneria per l'Ambiente, le Costruzioni e l'Energia

Il Dottorato in Scienze ed Ingegneria per l'Ambiente, le Costruzioni e l'Energia ha attivato temi centrali sull'ambiente, le costruzioni e l'energia, con un approccio multidisciplinare che varia tra i settori della Fisica, Chimica, Scienze della Terra, l'Ingegneria dell'Ambiente, Civile e Industriale. I temi più consolidati hanno finora riguardato la salvaguardia ambientale e territoriale, il monitoraggio di siti industriali, le fonti energetiche, le georisorse, e le nuove tecnologie di analisi strutturale delle costruzioni e di salvaguardia dei beni ambientali.

Gli obiettivi del Dottorato riguardano modellizzazione e simulazione di sistemi complessi, apparati di misura e sensori, geo-risorse sfruttabili, modelli geologici tridimensionali e rischi naturali, difesa del suolo e inquinamento, territorio, architettura, costruzioni e beni culturali, energia, materiali innovativi e trasformazioni industriali, che sono perseguiti integrando in maniera multidisciplinare le scienze di base e applicate, l’Ingegneria Civile, Ambientale e Industriale, in un quadro interconnesso di competenze metodologiche e sperimentazioni, senza ricorrere alla definizione di specifici curricula.

Il percorso dottorale dispone di importanti infrastrutture scientifiche che operano nei settori della ricerca applicata all’Ambiente, alle Geo-risorse, all’Energia e a Materiali Innovativi, mediante l’attività coordinata di laboratori di Microscopia, Bioingegneria, Membrane, Elettronica, Sistemi Elettrici per l’Energia, Prove Materiali e Grandi Modelli, Ingegneria dei Materiali e delle Strutture e di un Laboratorio INFN di Alte Energie e di varie attrezzature finanziate dal PON Ricerca. Al completamento del ciclo dottorale, i dottori possiederanno sia competenze di carattere multidisciplinare che specifiche, e questo consentirà loro di trovare utile collocazione sia in centri di ricerca e sviluppo accademici e industriali, sia in contesti dove competenze multidisciplinari ed approcci sistemici sono necessari. 

Per ciò che concerne gli ambiti accademici e i Centri di Ricerca e Sviluppo Industriale, a seconda del livello di specializzazione scelto dal dottorando, vengono individuati sia i settori delle scienze di base e applicate, quali Matematica, Fisica e Chimica, sia i settori delle Scienze della Terra e dell’Ingegneria Civile o Industriale. 

Il Dottorato consente il raggiungimento di un alto livello di professionalità unito ad una visione integrata dei problemi ambientali, di reperimento di risorse naturali, ed energetici e pertanto esistono opportunità di inserimento aggiuntive, rispetto ai dottorati disciplinari, nell’ambito di molte istituzioni che si occupano di infrastrutture e di ambiente. Gli aspetti di ricerca trattati nel dottorato rivestono enorme importanza per il soddisfacimento della domanda di personale qualificato in settori strategici.